1 ottobre 2010

1 ottobre 2010

1 ottobre 2010

Nell’affollata sala dell’Auditorium del Museo Revoltella è stato presentato il libro di poesie dei vincitori della VI edizione del Concorso, con una interessante introduzione della Professoressa Cristina Benussi, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Trieste e nota critica letteraria ed i suggestivi commenti della dottoressa Marina Silvestri, giornalista e scrittrice, che rappresentava anche la Casa Editrice Ibiskos Risolo che sponsorizza il concorso pubblicando il libro gratuitamente a favore della Fondazione Luchetta.

La responsabile del progetto, Prof. Gabriella Valera Gruber, nel ringraziare quanti contribuiscono al successo della sua realizzazione, ha letto i messaggi di saluto di molte autorità non presenti: il messaggio dell’onorevole  Giorgia Meloni, ministro della Gioventù,  i messaggi inoltre del Presidente della Regione Renzo Tondo, del Presidente della Camera di Commercio Antonio Paoletti, il saluto del Sindaco di Trieste Di Piazza e il saluto del segretario della Fondazione CRTrieste Paolo Santangelo.

Ha portato il suo saluto la dottoressa Livia Amabilino che ha annunciato l’arricchimento del Concorso con una seziona per testi teatrali, nochè il Presidente della Fondazione Luchetta-Ota-D’Angelo Hrovatin, Dott. Angiolini, che ha fra l’altro ringraziato per la cooperazione fra le nostre due Associazioni.

Hanno portato tra gli altri il loro saluto la dotoressa Carla Melle per la Provincia di Trieste, il dottor Dimitri Anesa con un messaggio della Dottoressa Crista Leggeri, segretario generale del Corpo Consolare di Trieste.

Particolarmente gradita la presenza del dr. Pierpaolo Gregori del Centro servizi Volontariato del Friuli Venezia Giulia, del Prof. Paolo Alessi presidente del Centro UNESCO di Trieste, e del dr. Gropaiz, console d’Austria; inoltre di Jacopo Lillini del Forum Giovanile Provinciale di Trieste.

Alcune poesie dei vincitori sono state lette dagli allievi della Scuola di teatro Studio Art guidati dalla loro insegnante Maja Lapornik con intermezzi musicali del giovanissimo pianista Juri Nardelli che ha suonato pezzi di Rachmaninov e di Debussy.

[nggallery id=12]

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.