Ivan Tudisco (Napoli-Italia)

Ivan Tudisco (Napoli-Italia)

Silenzio

 

Silenzio a mezzanotte,

e tutto tace.

Silenzio, questa voce che non parla,

questa voce che non è voce ma pianto soffocato.

( Questa voce che è un pianto soffocato).

Io Ti amo, oh silenzio soffocato,

Ti amo tanto quanto potrei odiarti.

Tu esisti perché io possa ascoltarti,

io esisto perché tu possa sfiorarmi,

sfiorarmi in questa mezzanotte di città,

( io esisto perché tu possa sfiorarmi).

Silenzio a mezzanotte,

non potrei gustarne il sapore,

( nella notte disegnata da Monet, non potrei gustarne il sapore)

Lascia alla luna il tuo puerile linguaggio,

io ti odio per poterti ascoltare,

( oh! Lascia alla luna il tuo puerile linguaggio).

Silenzio a mezzanotte,

scorgo sterile il madido splendore della sabbia con orme

lontane di passi vuoti oramai non più accompagnati

perché il tempo remoto, passato, sfuggito, è morto,

è sepolto.

Share

Recommended Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.